0

Il Natale è ormai alle porte, e quest’anno rappresenta l’epilogo di un anno decisamente complicato e difficile.
Tutti abbiamo affrontato momenti di confusione e smarrimento, ma per molti questa dimensione forzatamente “intima” ha rappresentato un’occasione per rivedere le proprie abitudini e rivoluzionare la propria vita a favore di un approccio decisamente più ecosostenibile e nel rispetto dell’ambiente.
Tutto ciò possiamo continuare a rifletterlo come una preziosa eredità anche per l’anno che verrà, cominciando una piccola rivoluzione persino in tavola.
Perché non provare, qualora non lo si abbia mai fatto, a vivere un Natale… senza carne?

Scopriamo di seguito le idee per un cenone della Vigilia vegetariano e per un pranzo di Natale vegano, e alla fine dell’articolo troverete una ricetta per un dolce vegetariano davvero irresistibile.

Cenone della Vigilia vegetariano

cenone vegetariano

L’inquinamento derivante dagli allevamenti intensivi di carne e pesce è ormai tristemente noto.
Tuttavia, non sempre risulta semplice abbandonare i sapori che hanno caratterizzato la crescita e l’infanzia a favore di un’alimentazione senza carne e pesce o, addirittura, senza derivati animali.
Da qualche parte però si dovrà pur iniziare, e vogliamo mettervi curiosità proponendovi un cenone della Vigilia alternativo ma gustosissimo, di natura vegetariana.

Pronti a scoprirlo?

  • Antipasti
    – pere glassate con gorgonzola e noci, torta salata con spinaci, ricotta e pomodorini, soufflè monoporzione di formaggio, polentine alla griglia con melanzane e pomodorini secchi

  • Primi piatti
    – spaghetti con salsa di noci, trofie con pesto di pomodorini secchi e alghe nori, ravioli di radicchio con caprino e miele, crespelle agli spinaci con crema di funghi, lasagne verdi con ricotta e broccoli

  • Secondi piatti
    – polpette di melanzane al profumo di menta e basilico, polpette di cavolfiore al forno, polpettone di lenticchie

  • Contorni
    – carciofi ripieni, verza e patate in padella, insalata di arance, finocchi e olive
  • Pranzo di Natale vegano

    pranzo natale vegano

    Scommettiamo di avervi messo fame con le proposte vegetariane… ma perché non andare oltre e scoprire i saporiti accostamenti della scelta vegana per il pranzo di Natale?
    Di seguito le nostre proposte per fare un figurone con i vostri ospiti e per stupire anche il palato più esigente:

  • Antipasti
    – crostini con formaggio di anacardi e mirtilli rossi, hummus di zucca alle erbe, rosti di verdure con crema di avocado e salsa alla paprika, frittelle di ceci alle erbe con mayonese vegana

  • Primi piatti
    – lasagne vegane alla zucca con cime di rapa e besciamella all’avena, risotto con radicchio e nocciole tostate, fregola sarda con crema di cipolle e patate

  • Secondi piatti
    – tofu fritto con burro di arachidi e soia, arrosto di seitan ai friarelli e pomodori secchi, parmigiana di zucca vegana, brasato di seitan al vino rosso

  • Contorni
    – cipolle rosse con hummus di ceci, insalata di radicchio e noci, finocchi gratinati con semi di zucca, patate al forno con lime e pepe rosa
  • Ricetta golosa: sbriciolata ricotta e cioccolato

    Ecco gli ingredienti per la frolla:

  • 300 g di farina (preferibilmente tipo 1)
  • 100 g di zucchero di canna
  • 100 g di burro (o olio di cocco)
  • 1 uovo bio
  • 1 bustina di cremor tartaro
  • 1 pizzico di sale
  • Per il ripieno:

  • 500 g di ricotta
  • 150 g di zucchero di canna
  • 100 g di cioccolato fondente
  • Unire la farina, lo zucchero, il burro morbido a pezzetti, il cremor tartaro e un pizzico di sale e lavorare con le mani.
    Aggiungere l'uovo e lavorare ancora fino ad ottenere delle briciole di frolla.

    In un'altra ciotola unire la ricotta con lo zucchero e mescolare bene.
    Aggiungere del cioccolato tritato grossolanamente.

    In una tortiera foderata di carta forno (esiste quella lavabile) mettere una parte - poco più di metà- delle briciole di frolla sul fondo, versarci la crema di ricotta e chiudere con le restanti briciole di frolla.

    Va in forno a 180° per 30/40 minuti (dipende dal forno, controllare sempre che le briciole non si scuriscano troppo, devono risultare dorate).

    Cosa ne pensate di queste idee per un Natale alternativo?
    Conoscete altre ricette che possano deliziare il Natale di chi ha deciso, per salute o per etica, di non consumare derivati animali?

    Commenti al post

    Lascia un commento

    La tua mail non sarà pubblicata